Onemore facilita l’imprenditore nella realizzazione della propria idea di impresa, rispondendo alle richieste del mercato per ottimizzare le performance aziendali attraverso sistemi di gestione personalizzati, consulenza organizzativa e di direzione.
Vai al sito
Pratika Growup è una struttura integrata e completa, in grado di supportare le aziende nella gestione dei rischi aziendali. Opera su tutto il territorio nazionale con sede principale in Friuli Venezia Giulia ed è composta da Pratika, OneMore e Consorzio ZeroCento
Vai al sito
Consorzio Zerocento si occupa di formazione obbligatoria, aggiornamento professionale delle risorse umane e sviluppo aziendale, affiancando le imprese anche nell’accesso ai contributi nazionali e UE.
Vai al sito

Circolari

Sicurezza 11/10/2017 - Nuovo Obbligo di Comunicazione degli infortuni all'INAIL
Dal 12 ottobre scatta l'obbligo del Datore di Lavoro di comunicare all'INAIL gli infortuni sul lavoro, entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico ...

Spett. ufficio del personale e/o direzione aziendale,

Domani, 12 ottobre scatterà l'obbligo del datore di lavoro di comunicare all'INAIL entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico, a fini statistici e informativi, gli infortuni sul lavoro che determinano una prognosi superiore a un giorno oltre a quello dell'infortunio.

Cosa cambia:

Prima del 12 ottobre 2017

Dal 12 ottobre 2017

Infortuni superiori a un giorno oltre a quello dell'infortunio

Non serviva comunicare

Obbligo di comunicazione ai fini statistici e informativi

Infortuni superiori a 3 giorni

Obbligo di comunicazione

Obbligo di comunicazione ai fini assicurativi

In caso di mancata comunicazione entro i tempi richiesti, per gli infortuni "brevi" scatta la sanzione amministrativa pecuniaria da 548,00 a 1.972,80 euro, che sale da 1.096,00 a 4.932,00 euro se la comunicazione omessa riguarda gli infortuni superiori ai tre giorni.

Restando a Vs. disposizione per ulteriori chiarimenti e delucidazioni, porgiamo cordiali saluti.

Pratika s.r.l.

Sicurezza 02/10/2017 - Novità: Vuoto a rendere su imballaggi a uso alimentare
Regolamento recante la sperimentazione di un sistema di restituzione di specifiche tipologie di imballaggi destinati all'uso alimentare ...

Spett. Cliente,

sulla GU 25 settembre 2017, n. 224 è stato pubblicato il DM 3 luglio 2017, n. 142 Regolamento recante la sperimentazione di un sistema di restituzione di specifiche tipologie di imballaggi destinati all'uso alimentare, ai sensi dell'articolo 219 bis del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152”.

Tale norma è stata redatta al fine di prevenire la produzione di rifiuti di imballaggio, favorendo così il riutilizzo degli imballaggi usati; il decreto disciplina le modalità di attuazione della sperimentazione su base volontaria del sistema del vuoto a rendere su cauzione per gli imballaggi contenenti birra o acqua minerale serviti al pubblico da alberghi o residenze di villeggiatura, ristoranti, bar e altri punti di consumo, di cui all'articolo 219 bis del D.Lgs 152/2006 nonché le forme di incentivazione, le loro modalità di applicazione e i valori cauzionali per ogni singola tipologia di imballaggi.


La sperimentazione del sistema del vuoto a rendere su cauzione si applica agli imballaggi con le seguenti caratteristiche: 
a) di tipo primario, ai sensi dell'articolo 218, comma 1, lettera b), del D.Lgs 152/2006; 
b) riutilizzabili, ai sensi dell'articolo 218, comma 1, lettera e), del D.Lgs 152/2006; 
c) conformi ai requisiti stabiliti dal DM 2 maggio 2006 recante «Aggiornamento degli studi europei fissati dal Comitato europeo di normazione (CEN), in conformità ai requisiti essenziali stabiliti all'articolo 9 della direttiva 94/62/CE sugli imballaggi e rifiuti di imballaggio»; 
d) destinati all'uso alimentare e al contenimento di birra o acqua minerale; 
e) serviti al pubblico nei punti di consumo; 
f) di volume compreso tra 0,20 e 1,5 litri.

Gli esercenti aderiscono, su base volontaria, al sistema del vuoto a rendere, e compilano il modulo di cui all'allegato 1 del DM 3 luglio 2017, n. 142 al momento dell'acquisto di birra o acqua minerale in imballaggi riutilizzabili, trasmettendo o consegnando il modulo al distributore nel caso di filiera di tipo lungo o al produttore di bevande nel caso di filiera di tipo corto al momento della consegna da parte di quest'ultimo dell'imballaggio pieno.

Il decreto sopraindicato entra in vigore il 10 ottobre 2017.

Per ulteriori informazioni contattare Federica Tulisso al 340.4896409 o scrivere all’indirizzo federica.tulisso@pratikasrl.com

Restando a Vs. disposizione per ulteriori chiarimenti e delucidazioni, porgiamo cordiali saluti.

Pratika s.r.l.

Sicurezza 15/09/2017 - Affiancamento addetti stagionali
Vi ricordiamo l'obbligo di affiancare gli addetti stagionali a personale esperto, distribuire copia della procedura neoassunti e raccogliere le loro firme sugli appositi moduli ...

Spett. Cliente,

In questo periodo di raccolta della varia frutta di stagione vi ricordiamo l’obbligo di affiancare gli addetti stagionali a personale esperto, di distribuire copia della procedura neoassunti, inviatavi il 24/05/2017, e raccogliere le loro firme sugli appositi moduli.

Vi ricordiamo che i principali adempimenti per il datore di lavoro (in materia di sicurezza e igiene sul

lavoro) nei confronti del personale neoassunto sono:

  • Visita medica
  • Consegna DPI
  • Affiancamento a personale esperto
  • Formazione entro 60 giorni dall’ assunzione

Per ulteriori informazioni contattare Isabella al 0432.807545 o scrive all’indirizzo isabella.giavon@pratikasrl.com


Download
Sicurezza 19/06/2017 - Circolare 09/17
REACH e CLP – Piano nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici ...

REACH e CLP – Piano nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici

Spett.le Cliente,
segnaliamo che il Ministero della Salute ha pubblicato e diffuso il “Piano nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici – Anno 2018“ documento che ha come obiettivo la vigilanza in merito alle sostanze chimiche presenti nelle vostre aziende.Il Piano è stato predisposto al fine di verificare sul territorio nazionale la corretta applicazione dei regolamenti REACH e CLP – ovvero normative europee riguardanti la registrazione, valutazione ed autorizzazione alla vendita ed utilizzo di sostanze e miscele chimiche, nonché la loro classificazione, etichettatura ed imballaggio.Tali regolamenti europei mirano ad assicurare un maggiore livello di protezione della salute umana e dell’ambiente.

Download
Sicurezza 19/06/2017 - Circolare 08/17
Sigarette elettroniche: consiglio di divieto di utilizzo sul luogo di lavoro ...

Sigarette elettroniche: consiglio di divieto di utilizzo sul luogo di lavoro

Spett. Cliente
con la presente Comunicazione per sensibilizzarvi su un problema attuale, ovvero l’utilizzo delle sigarette elettroniche in Azienda.

Sentiti diversi pareri di medici competenti e su raccomandazione del Ministero della Salute, si consiglia di estendere il divieto di fumo in ambienti chiusi anche per le sigarette elettroniche.

Tale divieto atto a tutelare la salute dei non fumatori – considerate le varie sostanze che possono essere inalate a seguito del processo di vaporizzazione - dev’essere sottoscritto dal Datore di Lavoro come previsto per il divieto di fumo da tabacco.

Si allega alla presente il poster/ordine di servizio da affiggere nelle vostre aziendeRestando a Vostra disposizione per ulteriori chiarimenti e delucidazioni, porgiamo cordiali saluti.