Onemore facilita l’imprenditore nella realizzazione della propria idea di impresa, rispondendo alle richieste del mercato per ottimizzare le performance aziendali attraverso sistemi di gestione personalizzati, consulenza organizzativa e di direzione.
Vai al sito
Pratika Growup è una struttura integrata e completa, in grado di supportare le aziende nella gestione dei rischi aziendali. Opera su tutto il territorio nazionale con sede principale in Friuli Venezia Giulia ed è composta da Pratika, OneMore e Consorzio ZeroCento
Vai al sito
Consorzio Zerocento si occupa di formazione obbligatoria, aggiornamento professionale delle risorse umane e sviluppo aziendale, affiancando le imprese anche nell’accesso ai contributi nazionali e UE.
Vai al sito

Circolari

Download
Sicurezza 18/09/2018 - Indicazioni comportamentali e sanitarie per i trasfertisti
Indicazioni relative alla prevenzione dei rischi presenti nel corso delle trasferte in paesi esteri e agli accorgimenti sanitari da tenere. ...

Comunicazione che promuove la sensibilizzazione sulla tematica della mansione di trasfertista, in particolare fornendo indicazioni relative alla prevenzione dei rischi presenti nel corso delle trasferte in paesi esteri e agli accorgimenti sanitari da tenere.

A CHI SI RIVOLGE

I seguenti suggerimenti sono rivolti a tutto il personale dell’azienda ed è possibile applicarli anche al personale esterno, dipendente di ditte terze, che opera in appalto o subappalto.

PRIMA DELLA PARTENZA:

Raccogliere il maggior numero di informazioni sull’area geografica interessata dalla trasferta, ed in particolare informarsi su:

  • dati relativi al paese, informazioni sulla situazione corrente ed informazioni di carattere generale;
  • vaccinazioni obbligatorie e consigliate;
  • profilassi e situazione sanitaria;
  • specifiche informazioni inerenti la sicurezza dei luoghi;
  • specifiche informazioni sulla situazione socio-politica
  • informazioni inerenti la mobilità
  • iscriversi sul sito “Viaggiare Sicuri” della Farnesina (sia per il viaggiatore che per l’azienda)
  • Verificare quali documenti personali sono obbligatori e verificarne la validità
  • Accertare assieme all’azienda la propria copertura assicurativa e verificare che sia garantito, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario di emergenza o il trasferimento in altro paese limitrofo (quando necessario).

RACCOMANDAZIONI SANITARIE:

  • Prima di partire comunicare al Medico Competente ogni tipo di variazione del proprio stato di salute, eventuali terapie in corso o altre necessità di tipo medico;
  • Fare attenzione a non portare farmaci non ammessi per il paese di destinazione;
  • Portarsi una scorta sufficiente di tutti i farmaci necessari prescritti e dei quali viene fatto uso solitamente.

RACCOMANDAZIONI DA SEGUIRE DURANTE IL VIAGGIO

Per la protezione della salute e per il benessere durante le trasferte di lavoro all’estero:

  • Curare l’igiene personale e le relazioni sociali;
  • Mantenere un comportamento rispettoso e consono agli usi e tradizioni del luogo;
  • Non bere acqua o bevande che non siano contenute in bottiglie sigillate ed evitare l’uso del ghiaccio;
  • Evitare il latte e i suoi derivati, a meno che non siano stati preventivamente pastorizzati;
  • Evitare di consumare verdure, pesce e carne crudi e preferire la frutta da sbucciare;
  • Porre molta attenzione ad insetti come zecche, pidocchi, pulci, zanzare;
  • Evitare luoghi affollati e manifestazioni di massa, evitare contatti con animali anche domestici;
  • Fare attenzione nei Paesi che permettono l’utilizzo di amianto, sostanza chimica di natura minerale, causa di gravi patologie a carico prevalentemente dell'apparato respiratorio.
Sicurezza 18/09/2018 - Modifica dicitura etichetta per prodotti BIO, DOP e IGP
Decreto Legge 12 luglio 2018 n. 86, con nota Prot. n. 56944 del 02/08/2018 ...

Il Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, a seguito di quanto disposto dal Decreto Legge 12 luglio 2018 n. 86, con nota Prot. n. 56944 del 02/08/2018 precisa che le diciture “Certificato da Organismo di Controllo autorizzato dal Mipaaf” e “Certificato da Autorità pubblica designata dal Mipaaf” riportate sulle etichette dei prodotti DOP, IGP e STG, dovranno essere sostituite dalle diciture “Certificato da Organismo di Controllo autorizzato dal Mipaaft” o -in caso di controllo effettuato da Autorità pubblica- da “Certificato da Autorità pubblica designata dal Mipaaft”.

Specifica inoltre che la dicitura potrà riportare il riferimento al Ministero sia utilizzando l’acronimo Mipaaft che citando Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo per esteso.

                                                                                                                      

A chi si rivolge

Agli OSA che producono e immettono sul mercato:

-      prodotti biologici

-      prodotti a marchio DOP

-      prodotti a marchio IGP

L’avviso

Decreto Legge 12 luglio 2018 n. 86, con nota Prot. n. 56944 del 02/08/2018 

La scadenza

Gli OSA inseriti nei sistemi di controllo delle tipologie di prodotto BIO, DOP e IGP, potranno smaltire le scorte di etichette presenti alla data del 02/08/2018 riportanti le diciture sostituite, fino ad esaurimento.

Per ulteriori informazioni contattare TULISSO FEDERICA al numero 0432.807545 o scrivere all’indirizzo mail info@gruppopk.com

Sicurezza 10/08/2018 - DECRETO DI COORDINAMENTO GDPR SIAMO AL TRAGUARDO, CON OTTO MESI “SOFT”
In merito al decreto che coordina la vecchia normativa nazionale sulla protezione dei dati con il regolamento europeo, diventato operativo il 25 maggio scorso, presentiamo un aggiornamento con le ultime novità. ...

In merito al decreto che coordina la vecchia normativa nazionale sulla protezione dei dati con il regolamento europeo, diventato operativo il 25 maggio scorso, presentiamo un aggiornamento con le ultime novità.

A chi si rivolge

A tutte le aziende

L’avviso

Il Consiglio dei Ministri è giunto a una conclusione definitiva per ciò che concerne il decreto che coordina la vecchia normativa nazionale sulla protezione dei dati con il regolamento europeo, diventato operativo il 25 maggio scorso.

Dati sanitari

Il regolamento Ue prevede il rinvio al legislatore dei singoli stati la definizione di disposizioni specifiche; in Italia viene affidato nuovamente al Garante l'adozione di tali disposizioni per la disciplina dei dati relativi alla salute.

Dati di minori

L’età minima per fornire autonomamente il consenso al trattamento dei dati personali da parte di social network, o più in generale dalle attività della rete, è stata abbassata da 16 a 14 anni.

Le sanzioni

Il decreto legislativo detta alcune fattispecie penali: per la comunicazione e diffusione illecita di dati riferibili a un numero rilevante di persone e per l’acquisizione fraudolenta di dati il testo definitivo dovrebbe avere inserito il presupposto della «larga scala» tra gli elementi oggettivi dell'illecito. Gli altri reati riguardano il trattamento illecito e le falsità nelle dichiarazioni al Garante. Non sono previste in questa fase modifiche alle sanzioni amministrative.

Ispezioni

Le commissioni parlamentari avevano chiesto di rinunciare alle sanzioni per otto mesi, periodo in cui sarebbero state sostituite con ammonimenti e prescrizioni. Non è stato possibile darvi seguito integralmente, si è quindi optato per un invito al Garante a tenere conto in sede sanzionatoria – per otto mesi – del fatto che gli operatori stanno trattando una nuova disciplina. Inoltre, il Garante dovrà effettuare la revisione di codici deontologici e di autorizzazioni generali tempestivamente; intanto i vecchi atti continueranno ad essere applicati.

Se Vi stiamo già seguendo non Vi preoccupate, abbiamo tutto sotto controllo

Non Vi siete ancora adeguati? Tranquilli, se avete bisogno ci siamo noi

Per ulteriori informazioni contattare: 0432.807545 o onemore@gruppopk.com

Restando a Vs. disposizione per ulteriori chiarimenti e delucidazioni, porgiamo cordiali saluti

Download
Sicurezza 19/06/2018 - Aggiornamento costante informazioni relative alla Vostra spett. Società
Al fine di mantenere costantemente aggiornate le anagrafiche ...

Al fine di mantenere costantemente aggiornate le anagrafiche relative ai Vostri dipendenti; di permetterci una corretta gestione degli obblighi in carico al Datore di Lavoro in merito a informazione, formazione ed addestramento, consegna dei DPI, sorveglianza sanitaria, ecc.; di mantenere costantemente aggiornato il Documento di Valutazione dei Rischi

Vi invitiamo ad informarci sistematicamente ed in maniera tempestiva in merito a:

 

¨  Neoassunti o comunque nuovo personale in organico anche se temporaneamente (compresi buoni lavoro, somministrati, alternanza scuola lavoro,…), comunicandoci i seguenti dati essenziali:

      Nome, Cognome, Luogo e data di Nascita, Codice Fiscale, Nazionalità, Comprensione Lingua italiana, Mansione assegnata, Sede di lavoro, Data inizio collaborazione, Data stimata fine collaborazione (se applicabile)

¨  Lavoratori dimessi comunicandoci i seguenti dati essenziali:

      Nome, Cognome, Data fine collaborazione

¨  Malattie professionali in corso o sospette

¨  Infortuni e mancati incidenti (da registrarsi obbligatoriamente per potersi avvalere della riduzione del premio INAIL con procedimento OT24) ivi compresi eventuali prolungamenti

¨  Modifiche sostanziali allo statuto societario, ivi comprese cariche, deleghe e procure speciali

¨  Modifiche sostanziali in seno al Servizio di Prevenzione e Protezione (Datore di Lavoro, Medico Competente, RSPP, RLS, Preposti,…)

¨  Altre informazioni utili: Consulente del Lavoro, Commercialista, Responsabile HACCP (se previsto) Fondo Interprofessionale, Vostro referente interno, ecc..

In allegato trasmettiamo il materiale per il Vostro personale neo-assunto.

Sarà Vostra cura distribuire copia del materiale a tutto il personale neo-assunto, discutere con i lavoratori i contenuti e raccogliere le loro firme sugli appositi moduli.

Suddette informazioni possono essere inviate:

Via FAX:       0432.807.842

Via Mail:       isabella.giavon@gruppopk.com

Sicurezza 11/06/2018 - Fissaggio del carico
Domenica 20 maggio 2018, è entrato ufficialmente in vigore il decreto numero 215 del 19_05_ 2017 che prevede l’aumento dei controlli tecnici da eseguire sui veicoli industriali in viaggio. ...

A chi si rivolge

Tutti gli autotrasportatori

L’avviso

Da domenica 20 maggio 2018, è entrato ufficialmente in vigore il decreto numero 215 del 19 maggio 2017 che prevede l’aumento dei controlli tecnici da eseguire sui veicoli industriali in viaggio.

Per il settore dell’autotrasporto la novità più significativa riguarda il corretto fissaggio del carico per far si che lo stesso non si sposti durante la tratta che il mezzo deve eseguire.

Più nello specifico, si rammenta che l’allegato II del Decreto 215/2017 (che recepisce la Direttiva 2014/47/UE) elenca le parti dei veicoli soggetti ad eventuali controlli e le modalità mediante le quali i controlli stessi devono effettuarsi, così come di seguito elencato:

•        Identificazione del veicolo;

•        Impianto di frenatura;

•        Visibilità

•        Impianto elettrico e parti del circuito elettrico;

•        Assi, ruote, pneumatici e sospensioni;

•        Telaio ed elementi fissati al telaio;

•        Altri equipaggiamenti;

•        Effetti nocivi;

•        Controlli supplementari per veicoli delle categorie M2 e M3 adibiti al trasporto dei passeggeri.

I principi di fissazione del carico, invece, sono riportati nell’allegato III e prevedono tre tipologie di carenze: lieve, grave e pericolosa.

Viene definitiva lieve la carenza che si verifica quando il carico è stato fissato correttamente ma potrebbero essere utili ulteriori consigli di prudenza; è definita grave la carenza che si determina per non aver fissato correttamente il carico ed esiste un rischio di movimenti significativi o addirittura di ribaltamento del carico stesso o parti di esso; viene, infine, definita pericolosa la carenza che può determinare una minaccia per la sicurezza stradale per aver comportato il rischio di caduta del carico o di parti di esso o un pericolo derivante direttamente dal carico o da un pericolo immediato per le persone.

Le sanzioni

Qualora si verificasse una carenza grave o pericolosa le autorità di controllo potrebbero anche decidere di fermare il veicolo fino a quando non viene rimossa l’anomalia e le sanzioni applicabili variano tra gli 85 ed i 338 euro.

Per ulteriori informazioni contattare Cacchione Luca allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo e-mail : info@gruppopk.com

Download
Sicurezza 31/05/2018 - INFORTUNI SUL LAVORO
Sensibilizzare i lavoratori ...

Dall'inizio del 2018, purtroppo si sono verificati molti casi di infortunio, causa di disattenzione ma anche a causa dell'utilizzo di dispositivi di protezione individuali non idonei o usurati.

Vi alleghiamo due poster che suggeriamo di appendere all'interno della Vostra azienda, per sensibilizzare i lavoratori.

Sicurezza 25/05/2018 - PRIVACY
Oggi, 25 maggio 2018, entra pienamente in vigore il Regolamento Europeo 2016/679 sulla Protezione dei Dati personali, ai più conosciuto come GDPR ...

A chi si rivolge

Tutti

L’avviso

Oggi, 25 maggio 2018, entra pienamente in vigore il Regolamento Europeo 2016/679 sulla Protezione  dei Dati personali, ai più conosciuto come GDPR.  Il Regolamento è già in vigore dal 24 maggio 2016 - oggi diventa applicabile anche per la parte sanzionatoria della normativa, sospesa finora per permettere l’adeguamento degli Stati Membri dell’UE.

Ad oggi, l’Italia è ancora in attesa del decreto legislativo di armonizzazione prescritto dallo stesso Regolamento; la nuova normativa spinge a ripensare il proprio modo di gestire i dati personali, fondandosi sul principio di Accountability (responsabilizzazione), in base al quale i titolari del trattamento (es. le aziende) sono ora chiamati a valutare autonomamente e decidere quale sia la maniera più adeguata per proteggere i dati personali e utilizzarli liberamente nel pieno rispetto degli interessati, dimostrandolo con continuità nei confronti dell’autorità Garante.

L’invito è quindi il seguente:

  • è necessario eseguire un’analisi del rischio anche sul trattamento dei dati personali che viene fatto;
  • la tutela dei dati personali deve integrarsi a ogni livello e attività aziendale;
  • la gestione dei dati personali deve essere vista come un sistema organizzato ove persone, strumenti tecnologici e processi devono risultare adeguati;

L’opportunità per le imprese, in altre parole, è concepire questi principi e gli adempimenti del regolamento con lo scopo non solo di proteggere i dati personali di persone fisiche ma  proteggere il proprio know-how nonché di mantenere e aumentare la propria competitività sul mercato. Quindi non vivere il Regolamento come l’ennesimo insieme di carte da produrre, ma come un’opportunità da cogliere.

Download
Sicurezza 15/05/2018 - Infortuni sul lavoro
Purtroppo da inizio anno 2018 la cronaca ci porta a vivere dei momenti tragici presso i nostri posti di lavoro ...

Purtroppo da inizio anno 2018 la cronaca ci porta a vivere dei momenti tragici presso i nostri posti di lavoro ...

vogliate, con un piccolo gesto, appendere in bacheca l'allegato poster di sensibilizzazione dei lavoratori.


Download
Sicurezza 16/04/2018 - F-GAS: dichiarazione entro il 31 maggio 2018 (DPR 43/2012)
Ricordiamo che entro il 31 maggio 2018, tutti coloro che sono proprietari di apparecchiature contenenti 3 kg o più di gas fluorurati a effetto serra, dovranno obbligatoriamente compilare la “Dichiarazione F-gas” relativa ai dati dell’anno 2017 se la tipol ...

Ricordiamo che entro il 31 maggio 2018, tutti coloro che sono proprietari di apparecchiature/sistemi fissi di refrigerazione, condizionamento di aria, pompe di calore, protezione antincendio, contenenti 3 kg o più di gas fluorurati a effetto serra, dovranno obbligatoriamente compilare la “Dichiarazione F-gas” relativa ai dati dell’anno 2017 se la tipologia di gas refrigerante è tra quelli presenti in allegato.

A chi si rivolge

Il soggetto obbligato ad effettuare tale dichiarazione è l’OPERATORE, definito come il proprietario dell’apparecchiatura o dell’impianto, a meno che non abbia delegato ad una terza persona l’effettivo controllo sul funzionamento tecnico degli stessi (in questo caso la delega ha dei requisiti specifici).

Se il proprietario dell’apparecchiatura o dell’impianto ha delegato completamente ad una società esterna (tramite un contratto scritto) l’effettivo controllo dell’apparecchiatura o del sistema, la trasmissione dei dati contenuti nella dichiarazione deve essere fatta dalla società suddetta.

In tutti gli altri casi l’operatore è il proprietario; ciò non toglie che il proprietario possa delegare (delega scritta) a Terzi la compilazione della dichiarazione.

L’avviso

DECRETO DEL PRESIDE
TE DELLA REPUBBLICA 27 gennaio 2012, n. 43 “Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra”

La scadenza

31 maggio 2018

Le sanzioni

Sanzione amministrativa pecuniaria da 1000 10000 euro (art. 6 comma 3 e 4 D.Lgs. 26/2013

Qualora vogliate affidarvi alla Scrivente per effettuare la dichiarazione annuale è necessario fornire

entro e non oltre VENERDI’ 5 MAGGIO p.v.

la vostra adesione

I costi del servizio sono i seguenti:

Servizio

Costo

1

Compilazione e trasmissione della dichiarazione mediante portale ISPRA

50,00€ per ogni apparecchiatura soggetta al DPR

Successivamente vi verranno richieste tutte le informazioni e dati necessari.

Per accettazione

Timbro

Firma

Da rinviare via mail all’indirizzo isabella.giavon@gruppopk.com

Per ulteriori informazioni contattare il 0432.807545  scrivere all’indirizzo isabella.giavon@gruppopk.com

Sicurezza 29/03/2018 - Riduzione della presenza di acrilammide negli alimenti
Dall’11 aprile 2018 si applicherà il nuovo Regolamento CEE/UE 20 novembre 2017, n.2158. ...

Dall’11 aprile 2018 si applicherà il nuovo Regolamento CEE/UE 20 novembre 2017, n.2158.

Tale Regolamento istituisce le misure di attenuazione e i livelli di riferimento affinché venga ridotta la presenza di acrilammide in taluni alimenti.

L’acrilammide è un contaminante dagli effetti cancerogeni che costituisce un pericolo chimico per gli alimenti; si forma prevalentemente negli alimenti ricchi di carboidrati cotti al forno o fritti, costituiti da materie prime che contengono i suoi precursori, come i cerali, le patate e i chicchi di caffè.

Il tenore di acrilammide può essere ridotto adottando una strategia di attenuazione, ad esempio attuando buone pratiche in materia di igiene e applicando procedure basate sui principi dell’analisi dei pericoli e punti critici di controllo (procedure HACCP).

A chi si rivolge

Agli OSA che producono e immettono sul mercato:

-      patate fritte tagliate a bastoncino, altri prodotti tagliati fritti e patatine (chips), ottenuti a partire da patate fresche;

-      patatine, snack, cracker e altri prodotti a base di patate ottenuti a partire da pasta di patate;

-      pane;

-      cerali per la prima colazione (escluso il porridge);

-      prodotti da forno fini: biscotti, gallette, fette biscottate, barrette ai cereali, scones, coni, cialde, crumpets e pane con spezie (panpepato), nonché cracker, pane croccanti e sostituti del pane. In questa categoria per «cracker» si intende una galletta secca (prodotto da forno a base di farina di cereali);

-      caffè:

-      caffè torrefatto;

-      caffè (solubile) istantaneo;

-      succedanei del caffè;

-      alimenti per la prima infanzia e alimenti a base di cereali destinati ai lattanti e ai bambini nella prima infanzia.

L’avviso

Regolamento CEE/UE 20 novembre 2017, n.2158

La scadenza

11 aprile 2018

Per ulteriori informazioni contattare TULISSO FEDERICA al 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com

Download
Sicurezza 02/03/2018 - Aggiornamento costante
Al fine di essere sempre più efficaci in qualità di Vostri consulenti, Vi rammentiamo di comunicarci sempre e comunque in tempo reale: ...

Spett. Cliente,

Spett. ufficio del personale e/o direzione aziendale,

Al fine di essere sempre più efficaci in qualità di Vostri consulenti, Vi rammentiamo di comunicarci sempre e comunque in tempo reale:

- Visite ispettive (ASS, ARPA, INAIL, Ispettorato del Lavoro, VVF, ecc);

- Infortuni anche non gravi;

- Inidoneità alla mansione dei lavoratori (risultati delle visite mediche).

Vi segnaliamo anche di contattarci preventivamente per:

Modifiche del lay out;

Modifiche strutturali;

- Acquisizione nuove sedi.

Suddette informazioni possono essere inviate

Via FAX:       0432.807842

Via Mail:       info@gruppopk.com

Alleghiamo i nostri nuovi recapiti.

Download
Sicurezza 01/03/2018 - Aggiornamento costante informazioni relative alla Vostra spett. Società
Spett. Cliente, Al fine di mantenere costantemente aggiornate le anagrafiche relative ai Vostri dipendenti; di permetterci una corretta gestione degli obblighi in carico al Datore di Lavoro in merito a informazione, formazione ed addestramento, consegna d ...

Spett. Cliente,

Al fine di mantenere costantemente aggiornate le anagrafiche relative ai Vostri dipendenti; di permetterci una corretta gestione degli obblighi in carico al Datore di Lavoro in merito a informazione, formazione ed addestramento, consegna dei DPI, sorveglianza sanitaria, ecc.; di mantenere costantemente aggiornato il Documento di Valutazione dei Rischi

Vi invitiamo ad informarci sistematicamente ed in maniera tempestiva in merito a:

 

¨  Neoassunti o comunque nuovo personale in organico anche se temporaneamente (compresi buoni lavoro, somministrati, alternanza scuola lavoro,…), comunicandoci i seguenti dati essenziali:

      Nome, Cognome, Luogo e data di Nascita, Codice Fiscale, Nazionalità, Comprensione Lingua italiana, Mansione assegnata, Sede di lavoro, Data inizio collaborazione, Data stimata fine collaborazione (se applicabile)

¨  Lavoratori dimessi comunicandoci i seguenti dati essenziali:

      Nome, Cognome, Data fine collaborazione

¨  Malattie professionali in corso o sospette

¨  Infortuni e mancati incidenti (da registrarsi obbligatoriamente per potersi avvalere della riduzione del premio INAIL con procedimento OT24) ivi compresi eventuali prolungamenti

¨  Modifiche sostanziali allo statuto societario, ivi comprese cariche, deleghe e procure speciali

¨  Modifiche sostanziali in seno al Servizio di Prevenzione e Protezione (Datore di Lavoro, Medico Competente, RSPP, RLS, Preposti,…)

¨  Altre informazioni utili: Consulente del Lavoro, Commercialista, Responsabile HACCP (se previsto) Fondo Interprofessionale, Vostro referente interno, ecc..

In allegato trasmettiamo il materiale per il Vostro personale neo-assunto.

Sarà Vostra cura distribuire copia del materiale a tutto il personale neo-assunto, discutere con i lavoratori i contenuti e raccogliere le loro firme sugli appositi moduli.

Suddette informazioni possono essere inviate:

Via FAX:       0432.807.842

Via Mail:       isabella.giavon@gruppopk.com

Download
06/02/2018 - Comunicazione MUD
Spett.le Cliente, comunichiamo che entro il 30 aprile 2018 dovrà essere inoltrata la comunicazione MUD (Modello Unico Dichiarazione Ambientale) relativa i rifiuti prodotti e smaltiti nell’anno 2017 all’interno della Vs. Azienda. ...

Spett.le Cliente,

comunichiamo che entro il 30 aprile 2018 dovrà essere inoltrata la comunicazione MUD (Modello Unico Dichiarazione Ambientale) relativa i rifiuti prodotti e smaltiti nell’anno 2017 all’interno della Vs. Azienda.

I soggetti tenuti alla presentazione del MUD – Comunicazione Rifiuti sono:

-  Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;

- Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi;

- Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto rifiuti;

- Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;

- Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento rifiuti.

Pratika s.r.l. offre il servizio di elaborazione ed inoltro MUD per via telematica previa firma del relativo modulo di conferimento d’incarico. I costi del servizio sono i seguenti:

Servizio

Costo (€)

1

Verifica di assoggettabilità o assistenza

50,00

2

MUD base con un solo rifiuto (codice CER)

130,00 *

3

Ogni ulteriore scheda rifiuto

20,00 *

4

Ricostruzione delle informazioni e dei totali al fine dei dati da comunicare

35,00/ora

* esclusi i versamenti dei diritti di segreteria (€ 10,00).

Al fine di assicurare una precisa e tempestiva programmazione Vi chiediamo di segnalarci la Vostra eventuale adesione al servizio entro e non oltre il giorno mercoledì 28 febbraio 2018, altrimenti non saremo in grado di garantire il corretto assolvimento di tale adempimento.

Per sapere se la Vostra azienda deve compilare la dichiarazione MUD Vi invitiamo a mandare una e-mail al seguente indirizzo: nicole.vicedomini@gruppopk.com.       


Download
Sicurezza 05/02/2018 - Regolamentazione carico/scarico merci
Spett. Cliente, con la presente Comunicazione per sensibilizzarvi sulla problematica relativa alla filiera del trasporto merci per capire a chi compete il corretto posizionamento del carico sul veicolo ed il relativo scarico. ...

Spett. Cliente,

con la presente Comunicazione per sensibilizzarvi sulla problematica relativa alla filiera del trasporto merci per capire a chi compete il corretto posizionamento del carico sul veicolo ed il relativo scarico.

A chi si rivolge

Committenti che si servono di aziende di trasporto e conducenti.

Cosa fare

Si consiglia di stipulare un accordo contrattuale sulle responsabilità funzionali.

La legge prevede che il trasporto inizia nel momento in cui la merce è stata caricata sul veicolo e termina quando la stessa viene messa a disposizione del destinatario nel luogo indicato per lo scarico. In conclusione, le responsabilità del carico restano, in assenza di accordi, del caricatore.

Il trasportatore, nonché l’autista, non ha alcuna autorizzazione ad eseguire le operazioni di carico e scarico della merce.

Deve invece posizionare l'automezzo nel punto di carico/scarico designato dal destinatario e deve rispettare le istruzioni del sito e le segnalazioni di sicurezza e verificare il corretto posizionamento del carico e la tenuta dei dispositivi di chiusura dopo lo scarico.

 

In definitiva, salvo espressa pattuizione, il trasportatore, non è obbligato a movimentare la merce per operazioni di carico e scarico.

È indispensabile che i fornitori esterni vengano informati sempre, all’ingresso in azienda, circa il luogo di carico e di scarico delle merci ed il percorso da seguire all’andata e al ritorno.

Azioni

Installare la cartellonistica e i poster in azienda e consegnare gli allegati:

All 01_Procedure di accesso in azienda

All 02_Concessione uso attrezzature

All 03_Pieghevole autista

Per ulteriori informazioni contattarci al 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com


Sicurezza 01/02/2018 - Fitosanitari
Di seguito alcune informazioni inerenti la vendita e lo stoccaggio dei prodotti fitosanitari. ...

Spett. Cliente,

di seguito inviamo alcune informazioni inerenti la vendita e lo stoccaggio dei prodotti fitosanitari.

A chi si rivolge

Utilizzatori e venditori di fitosanitari

Indicazioni

La vendita ed il commercio di fitosanitari deve essere autorizzata dal sindaco, e dall’ASL/AUSL territorialmente competente.

Per i prodotti fitosanitari tossici e nocivi dev'essere presente il registro di carico (ingressi) e scarico (uscite) dei prodotti.

L'acquisto dei prodotti sopracitati è riservato a coloro che sono muniti di autorizzazione di validità quinquennale (c.d. patentino) dopo aver effettuato la formazione specifica.

È vietato far utilizzare i prodotti fitosanitari a minori, donne in gravidanza e a lavoratori interinali.

I depositi devono:

-  Prevedere in loco del materiale inerte assorbente (es. sabbia, argilla espansa; rigorosamente vietata la segatura e altri materiali combustibili);

-  Avere un’altezza minima di 3 metri;

-  Avere le pareti trattate con pitture idrorepellenti;

-  Avere i pavimenti impermeabili e privi di fessurazioni;

-  Avere l’areazione mediante finestrature;

-  Avere l’impianto elettrico conforme a quanto stabilito dalla normativa in vigore in tutti i suoi componenti;

Per lo stoccaggio dei prodotti:

-  Non è ammesso lo stoccaggio e la vendita di generi alimentari e mangimi;

-  I prodotti di prima e seconda classe tossicologica devono essere tenuti separati dai prodotti delle altre classi tossicologiche;

- Deve essere presente almeno un estintore portatile da 6 kg, a polvere polivalente di tipo ABC.

Dotazioni – DPI, DPC e cartellonistica:

-  Per ogni addetto alla vendita ed al deposito devono essere presenti occhiali, guanti e stivali resistenti ai prodotti chimici, grembiule o tuta di gomma, maschera a facciale intero e devono essere conservati in un apposito armadietto;

-  Cassetta di pronto soccorso;

-  Lavandino a comando non manuale con acqua corrente;

-  Doccia di emergenza ed una vaschetta lava occhi;

-  Numeri di emergenza dei centri antiveleno, della guardia medica, dell’ospedale e dei vigili del fuoco;

-  Cartellonistica che indichi la presenza di prodotti fitosanitari.

La scadenza

Ogni anno, entro la fine di febbraio, tutti i venditori di prodotti fitosanitari, indipendentemente dalla classe tossicologica, devono inviare alla Regione di appartenenza la dichiarazione di vendita dei prodotti fitosanitari ed i quantitativi commercializzati nell'anno precedente.

Per ulteriori informazioni contattateci allo 0432.807545 o scrivere all’indirizzo info@gruppopk.com